Pre Loader

Posta alla sommità del borgo medievale, la Torre dell’Orologio svetta alta e imponente per oltre 15 metri, offrendosi quale “sentinella” del paese, da cui godere di un panorama mozzafiato a 360°.

Risalente alla metà del XIII sec., con le case che si affacciano sulla Piazza Castello, costituisce ciò che resta della Rocca. Ha base troncopiramidale alta 7 m. circa. Il corpo, alto circa 15 m., ha forma ottagonale ed è raccordato al basamento da quattro piccole piramidi triangolari. Alla sommità, 32 mensole di pietra sorreggono il parapetto, recentemente ricostruito. Sul piano di copertura, sostenuto da una volta a crociera con archi a sesto acuto, si innalza un torrino ottagonale e, al di sopra di esso, le campane che completano l’orologio.  In prossimità dell’ingresso è visibile l’insegna araldica della famiglia Farnese, che ebbe Marta tra i suoi possedimenti, in cui sono rappresentati l’elmo con il cimiero a forma di unicorno, il cercine, i gigli seminati.

L’interno della Torre presenta, oltre all’ingresso, altri tre piani collegati da una scala di pietra e poi da scale di ferro e legno. La copertura dell’ultimo livello è costituita da una volta a crociera con archi a  sesto acuto con costoloni di pietra.